I crimini occasionali e i cattivi comportamenti stagionali.


La prevenzione è fondamentale per non trasformarsi in prede.

La prevenzione è fondamentale per non trasformarsi in prede.

In estate e nel periodo immediatamente successivo l’Agenzia Investigativa è subissata di richieste per indagini su infedeltà matrimoniale, perché durante le vacanze i coniugi trascorrono molto più tempo insieme e notano comportamenti sospetti, che passerebbero inosservati durante il resto dell’anno. La vacanza estiva, per una Agenzia Investigativa, è anche il periodo delle indagini su ammanchi e furti in azienda, su dipendenti finti ammalati o assenteisti e su concorrenti sleali.

In estate si verificano molti comportamenti criminali occasionali, che vanno tenuti in debito conto per proteggere sé stessi e le proprie cose. I più gravi tra questi sono stalking, femminicidi e stupri.

Ciascuna cliente, che si sia rivolta alla mia Agenzia Investigativa per problemi simili, sa che può fare poco o niente per redimere il proprio ex-compagno violento o uno stalker o un aggressore sessuale, ma ha imparato a riconoscere le situazioni a rischio per prevenirle e affrontare meglio quelle imprevedibili con queste semplici regole:

  • Sempre armata di spray antiaggressione tenuto indosso e non in borsetta.
  • Disseminare l’ambiente di lavoro, l’abitazione, l’automobile e persino la propria borsetta di oggetti di uso quotidiano, ma con potenzialità letali (alcune collaboratrici della mia Agenzia Investigativa si esercitano addirittura nell’uso autodifensivo delle forbicine per le unghie, degli ombrelli, dei mazzi di chiavi ecc.).
  • Predisporre la tempestivamente chiamata delle Forze dell’Ordine, ma non contare completamente su di esse.
  • Evitare parcheggi, rampe di scale, ascensori isolati, che statisticamente sono i luoghi più a rischio per un’aggressione sessuale.
  • Ricordare che il maggior numero di aggressioni a sfondo sessuale avviene a opera di un conoscente della vittima (immediatamente dopo l’estate la mia Agenzia Investigativa viene quasi sempre incaricata di indagini su questo genere di violenze).
  • Non ignorare il pericolo, sperando che scompaia, ma affrontarlo.
  • Affidarsi al proprio sesto senso e non temere di essere sgarbate, rifiutando inviti poco chiari. La prudenza e la fuga non sono segni di debolezza, ma di esperienza e saggezza, praticate anche dai predatori più forti della terra, come i grandi felini.
  • In caso di ex-partner violenti, non cedere alla richiesta di un ultimo incontro, non importa se chiarificatore, di scuse o giustificato da qualsiasi altro motivo; questo genere di incontri è quello in cui si consumano la maggior parte dei femminicidi.

Durante i periodi festivi particolarmente lunghi, come le vacanze estive o natalizie, il criminale abituale approfitta scientemente delle abitudini cambiate e dello sfollamento di intere aree. Il criminale occasionale, invece, trova nel cambiamento semplicemente un’occasione per far emergere la propria vera natura normalmente confinata nelle sue fantasie. Solamente un’abitudine alla prevenzione costante aiuta a non trasformarsi in vittime, perché gli umani sono i peggior predatori verso qualsiasi specie, compresa la propria.