I più romantici dimenticano che per molti il matrimonio è un contratto.


L’agenzia investigativa Octopus si occupa di tutela familiare e crisi della coppia dal 1988.

L’agenzia investigativa Octopus si occupa di tutela familiare e crisi della coppia dal 1988.

Durante il lockdown covid 19 si preventivava che successivamente ci sarebbe stato un incremento di lavoro per le agenzie investigative e gli avvocati matrimonialisti, infatti così è stato.

La convivenza forzata in confinamento ha portato al pettine i nodi di tutte quelle relazioni particolarmente fragili per incompatibilità caratteriale o psicologica. Terminato l’isolamento in numerosi si sono rivolti alla mia agenzia investigative Octopus per assistenza nella separazione poiché la quarantena ha svelato comportamenti tipici degli adulteri (come un eccessivo attaccamento al proprio smartphone o cose simili). In alcuni casi si è trattato invece di semplice logorio del rapporto e la clientela si è rivolta alla mia agenzia investigativa nella speranza di trovare una scusa per interrompere la relazione.

Inoltre si è verificata una terza casistica che conosco bene: le separazioni da crisi economica dovuta alla pandemia coronavirus. Sono letteralmente triplicati i casi di coniugi o ex-coniugi, nella maggior parte donne, che non accettano un abbassamento del loro tenore di vita nonostante la crisi che la pandemia da covid-19 sta portando.

La mia agenzia investigativa Octopus si occupa spesso di proteggere i propri clienti da coniugi troppo interessati all’aspetto economico del matrimonio o del divorzio, per non dire famelici. Purtroppo il connubio ricco e romantico è molto rischioso, perché espone a una serie di approfittatori o approfittatrici senza scrupoli. La recente moda tra le mogli in fase di separazione è di non richiedere nulla per sé stesse, ma pretendere per i figli alimenti così alti che manco fossero principi.

Come dico spesso ai clienti della mia agenzia investigativa, di cui seguo le vicissitudini sentimentali e matrimoniali da anni: “pianificate il vostro divorzio prima delle nozze”. Si tratta di prendere alcune precauzioni e lasciare libere le necessarie uscite di sicurezza dal matrimonio, affinché un eventuale divorzio non si trasformi in incubo.

In questi momenti difficili anche il povero (si fa per dire) Robert De Niro, difeso dall’Avvocatessa Caroline Krauss, è tartassato dall’ex-moglie Grace Hightower, incurante del fatto che la catena di ristoranti Nobu e l’albergo Greenwich Hotel dell’attore hanno subito un duro colpo dalla pandemia. La signora Hightower aveva già dimostrato la propria indole nel 2018, quando era ricorsa al tribunale perché il suo limite di spesa sulle carte di credito era stato ridotto da 100 mila a 50 mila dollari al mese ed era stato messo in discussione il suo milione di dollari annui di alimenti.