Te la do io la famiglia tradizionale.


In questi giorni a Verona si è tenuto il congresso “La famiglia tradizionale al centro” e ci sono state altrettante manifestazioni scandalizzate contro l’esclusione delle famiglie arcobaleno da parte di questi “tradizionalisti”. Tutti dimenticano o fingono di non sapere che noi umani non ci accoppiamo e non cresciamo figli per nostra scelta, ma per imposizione naturale.

         L’istinto di conservazione della specie se ne frega dei nostri principi morali e della nostra felicità; è installato dentro di noi, come fosse un’App, e non risparmia nessuno. In alcuni di noi l’App gira molto bene, in altri s’impunta continuamente, in altri ancora non funziona affatto. A prescindere dalle nostre tendenze sessuali.

         In una Agenzia investigativa approdano molti sventurati, cui l’App non ha funzionato. Spesso, costatato il mal funzionamento, l’unica soluzione è quella di disinstallare, senza aver capito il perché del guasto.

         È apprezzabile lo sforzo di noi umani di rendere romantico un istinto così primordiale come la procreazione e di fissare alcune regole sulla convivenza di coppia, ma troppo spesso dimentichiamo d’essere anche noi animali, schiavi degli istinti e delle regole naturali. I nostri cugini più prossimi sono i primati e nessuno di loro pratica la monogamia per questioni di sopravvivenza della specie, che noi crediamo di non avere.

         Tempo fa rintracciai un ragazzo scomparso da casa. Il giovanotto era scappato perché gay, ma i genitori non sapevano ancora nulla, prima di rivolgersi alla mia Agenzia investigativa. Ritrovandolo, emersero le ragioni dell’allontanamento e i genitori, scoperte le sue preferenze sessuali, non volevano più accoglierlo “perché contro natura”; ma cosa c’è di più innaturale che rifiutare un figlio? Se l’omosessualità è contro natura, perché è presente in circa un migliaio di specie animali?

         Pur essendo eterosessuale, non posso preferire concettualmente le coppie eterosessuali a quelle omosessuali, avendo visto nella mia Agenzia investigativa passare le peggio cose tra coppie eterosessuali tradizionali.

         Ultimamente, da quando la Legge giustamente tutela e riconosce le coppie omosessuali, iniziano ad approdare alla mia Agenzia investigativa anche meschinità e brutture tra omossessuali. Dunque, non è la tendenza sessuale delle persone a renderle apprezzabili né la conformazione delle loro famiglie a rendere sano l’ambiente in cui vivono.